Alcune poesie di giovinezza? Pensieri e riflessioni da un passato presente e altre antiche poesie… (pt.1)

“Sono narcisista, sono io, sono gli altri”,
Dei nostri tempi il grande male vien ben rappresentato dal narcisismo,
e ve n’è prova ove ubica il sangue corrente dagli acquedotti del bellicismo, ai rubinetti della civiltà, fin alle fognature della religione, volta a sfociare nei mari più torbidi dei sudici fondamentalismi

A cosa ti fa pensare Il bambino sull’autobus?

Certo dolcezza.
Ma dimmi: a cosa ti fa pensare un bambino?
Solitudine.
I bambini sono soli seppur non solitari.
Malinconia? Nostalgia?
No, al massimo dolore cosmico o stanchezza del mondo.
I bambini sono qualcosa di ossimorico, da un lato tentano di sciogliere il nodo dell’emotività, dall’altro ti massacrano.
Loro sono soli, tu sei solo.

A cosa ti fa pensare il bambino sull’autobus?

Una giornata toccante: Vilma, 92 anni di Vita, resilienza e umiltà. Cos’è l’anzianità?

Una giornata toccante: Vilma, 92 anni di Vita, resilienza e umiltà. Calliope, Oggi ho avuto l’onore di conoscere Vilma, 92 anni ma Pallade Athena, abbiamo riso e pianto insieme. Ci siamo emozionati. Mi parlava in stretto dialetto veronese, ma capivo tutto. Di cosa mi parlava? Della sua vita, di avventure…